location matrimoni: ecco le sette domande che ogni futura coppia di sposi deve chiedere

Il volume consentito ed il limite massimo di chiusura della location che sceglierete sono aspetti che di solito vengono trascurati ma che possono letteralmente ROVINARE il tanto atteso party serale del vostro matrimonio.

Questo articolo è dedicato proprio a quegli sposi che sognano una festa finale indimenticabile, con la maggior parte degli invitati contenti di aver ballato e saltato assieme a voi.

Non vorrete mica CORRERE IL RISCHIO di rovinare tutto solo per qualche errore di incomprensione con la location che avete scelto?

Ho deciso di scrivere questo articolo sulla base della mia esperienza come wedding dj, per quanto ho vissuto direttamente ma anche per ciò che mi è stato raccontato da altri sposi delusi per aver visto la loro festa rovinata per diversi motivi:

  • La musica è stata spenta troppo presto,
  • Il volume massimo consentito era decisamente imbarazzante ed equiparabile a quello di ascolto da una radio,
  • Chi si occupava della musica era più attento a contenere i volumi anziché scegliere la musica adatta a far divertire i vostri ospiti,
  • Chi gestiva la location era estremamente arrabbiato con chi si occupava della parte musicale a causa dei volumi a suo dire troppo alti,

Location matrimoni: quali sono le sette domande da fare?

Prima di cominciare, però, è doveroso fare questa breve premessa.

Per ricreare la giusta atmosfera in ogni momento la musica deve essere del volume ADEGUATO.

Per esempio all’aperitivo e/o al pranzo basterà un livello decisamente soft, un sottofondo piacevole da ascoltare per permettere ai vostri invitati di conversare tra di loro in assoluta tranquillità.

Ma nella festa serale le cose cambiano!

Per festa serale intendo un vero e proprio party in discoteca o in un locale. Se avete deciso di affidarvi ad un wedding dj sicuramente vi aspettate un festa in piena regola, con il volume al giusto livello, per creare un’atmosfera coinvolgente.

Per farvi capire meglio vi chiedo questo: siete mai andati in discoteca e avete visto il dj che metteva musica con gente in pista che si divertiva e ballava ma con un volume che definireste da ascolto?

Direi proprio di no!

Per GIUSTO LIVELLO si intende anche un volume che NON massacri le orecchie di chi sta ballando e permetta nello stesso tempo a camerieri e baristi di ascoltare le richieste e di poter parlare tra loro.

Location matrimoni: le risposte che vi devono far alzare le antenne!

Giustamente, non avendo un’esperienza di questo tipo quando le coppie di futuri sposi sono alla ricerca della location per la loro festa, le domande più frequenti che fanno a chi gestisce l’ambiente è:

  • Fino a che ora si può far musica?
  • Ci sono dei limiti di orario?

Le classiche risposte che vi devono far alzare le antenne e ipotizzare che ci potrebbero essere problemi con i volumi sono:

RISPOSTA 1: “Fino all’ora xx:xx e poi basta semplicemente abbassare”

Che in realtà significa: si può far musica fino all’ora xx:xx e poi la festa è finita.

Perché? Perché quando ti fanno abbassare, il volume sarà talmente basso che a nessuno verrà voglia di ballare!

RISPOSTA 2: “Non c’è limite di orario, basta che il volume non sia troppo alto”

Cosa vuol dire “che non sia troppo alto”? In realtà significa che nella maggior parte dei casi il volume da tenere per non disturbare sarà talmente basso che se metteste la radiolina della vostra nonna vinta con i bollini della spesa… forse sarebbe ancora troppo alto!

RISPOSTA 3: “Si fa musica fino ad una certa ora e poi basta spostarsi all’interno”

Avete idea di cosa vuol dire fermare la musica per trasferire la festa in un’altra zona della location? Il 50% di chi stava ballando (bene che vada) coglierà l’occasione per salutarvi, mentre per trasferire il resto degli invitati da una zona all’altra della location ci vorrà come minimo mezz’ora. Quindi, festa finita.

Perché vi dico questo?

  • Perché non è piacevole vedere i vostri amici e parenti delusi e amareggiati per una chiusura anticipata della festa.
  • Perché vedere i vostri ospiti che protestano perché si stavano divertendo un mondo e devono andare a casa NON è la scena che vorreste avere al vostro giorno più bello.
  • Perché vedere i vostri invitati con gli occhi pieni di delusione perché attendevano da tempo quella festa che poi è finita male è davvero sconfortante.
  • Perché vedere i vostri invitati seduti nelle sedie con la pista vuota perché la musica non è del volume adeguato, direi che non è proprio quello che vi aspettavate.
  • Perché vedere il dj che avete scelto che si dedica di più al controllo dei volumi anziché scegliere la musica adatta alla vostra festa è altrettanto deprimente.
  • Perché vedere chi gestisce la location redarguire il dj ogni due secondi per fargli abbassare il volume… beh, è veramente spiacevole.

E perché chi gestisce la location solitamente vi risponde così? I motivi posso essere tanti:

  • La location è anche un albergo per cui ad una certa ora la musica si deve abbassare (o spegnere) altrimenti i clienti protesteranno per il disturbo.
  • La location è situata in una zona molto abitata e quindi dopo ad una certa ora non si può disturbare la quiete pubblica.
  • Il catering o ristorante ha un altro matrimonio il giorno dopo per cui deve finire presto per sparecchiare ed organizzarsi per il giorno dopo.
  • Si gestiscono due o più matrimoni contemporaneamente e quindi la musica non può reciprocamente interferire.
  • Il titolare della location non è particolarmente amante della musica da discoteca e quindi il classico “colpo di basso” lo infastidisce, tant’è che qualsiasi volume potrebbe dargli fastidio o ritenerlo “troppo elevato”.

Tengo a precisare che lo fanno assolutamente in buonafede, non perché vogliono ostacolare la festa a chi fa musica, ma semplicemente molti gestori hanno un’idea decisamente diversa da voi e di come deve essere il volume in una festa con un dj che si rispetti.

Location matrimoni: ecco le sette domande da fare!

Quindi se ci tenete particolarmente che il vostro party serale sia un successo, il modo più immediato per capirlo è fare queste 7 domande a chi gestisce la location:

1.Fino a che a che ora si può far musica con un volume di alto livello?
2.Ci sono dei limiti al livello del volume? Se si, quali?
3.Dopo il limite di orario massimo consentito si può restare con della musica di sottofondo? Se sì, per quanto tempo?
4.Ci sono altri matrimoni contemporaneamente nella stessa location?
5.Il catering rimane fino alla fine della festa?
6.La villa o ristorante è vicino ad un centro abitato?
7.Ci sono camere con ospiti esterni che alloggeranno quel giorno?

Conclusioni

Con queste semplici domande – e sapendo quali sono le possibili risposte che potrebbero mettervi in allerta – avrete la certezza di evitare incomprensioni, malumori e brutte sorprese. Se farete le giuste domande, potrete stare tranquilli perché la vostra festa sarà un vero successo e potrete dedicare tutto il tempo a divertirvi con i vostri amici fino all’ultimo disco.

Buona continuazione nel nostro blog!

2018-10-16T12:10:48+00:00By |Guide pratiche|
>