Cosa c’è di meglio che scatenarsi in pista a ritmo di musica con amici e parenti fino all’ultimo disco nel party serale del vostro matrimonio?

Se pensate, però, che per avere la sicurezza di fare ballare e divertire i vostri ospiti per tutta la notte basti mettere un bravo dj dietro ad una consolle, con un buon impianto audio e qualche effetto luce… vi sbagliate di grosso! Perché?

Ci sono alcuni ERRORI – che abitualmente vengono commessi nella pianificazione della festa serale – che potrebbero mettere in crisi anche il più bravo tra i dj, rendendogli il lavoro difficile fino a mandarlo nel panico, rischiando di rovinare in modo disastroso un momento così tanto atteso.

Lo dico per esperienza e perché tante coppie mi hanno raccontato le loro disavventure…

Vediamo insieme quali sono alcuni degli errori più frequenti e soprattutto come cercare di evitarli!

libanesi

Party matrimonio: quali sono gli errori da evitare?

ERRORE 1 : Costruire la vostra playlist per il dj

Qual è il vostro obiettivo? Far ballare solo voi o anche i vostri invitati?

L’errore e la tentazione più comune dei futuri sposi è dare al dj del loro matrimonio la playlist con le loro canzoni preferite da ballare pensando che i loro gusti combaceranno sicuramente con quelli dei loro invitati.

Certo, il matrimonio è il vostro e quindi la scelta musicale sarà esclusivamente vostra – sono assolutamente d’accordo – ma a differenza di tutti gli altri momenti della giornata, dove la musica si può costruire assolutamente sui vostri gusti personali, nel party serale – se il vostro obiettivo è quello di far divertire tutti ed il matrimonio è per eccellenza il ritrovo di generazioni diverse – come pensate di conoscere preventivamente i loro gusti musicali?

Lasciare la delega sulla scelta musicale al dj che avete ingaggiato è la soluzione migliore: se è un professionista del wedding con un vasto repertorio, saprà intercettare al volo i gusti dei vostri invitati e saprà farli divertire fino alla fine.

Vedrete che così riuscirà ad accontentare anche le vostre richieste e quelle dei vostri amici!

 

 

ERRORE 2 : Aspettare a fine serata per consegnare le bomboniere

Cosa c’entrano le bomboniere con la musica vi chiederete… In effetti niente, ma L’ERRORE che potete fare giorno del vostro matrimonio è quello di consegnare la bomboniera proprio nel momento della festa serale.

Il risultato?

Passerete tutto il tempo del party ad accompagnare i vostri invitati al tavolo delle bomboniere salutandoli e chiacchierando con loro.

La cosa potrebbe passare inosservata se avrete 20 invitati, ma se ne fossero più di 100?

Sarebbe davvero un peccato passare tutto il tempo a distribuire le bomboniere e non essere in pista a divertirvi con i vostri amici e parenti!

Scegliete di distribuirle in un momento in cui tutti saranno seduti (ad esempio appena finito il pasto o tra una portata e l’altra) oppure – al massimo – allestite il tavolo vicino alla zona del ballo, così alla sera chi deciderà di andarsene verrà a salutarvi ma senza farvi perdere troppo tempo.

 

 

ERRORE 3: Il karaoke? Scelta discutibile…

Alcuni pensano che organizzare un “momento karaoke” durante la festa serale potrebbe dare quel tocco di simpatia e coinvolgimento in più ai vostri invitati.

Ma siete sicuri di avere un nutrito gruppo di amici o parenti appassionati del canto o del karaoke?

Se così non fosse, organizzare a tutti i costi il karaoke solo per l’amico di turno che vuole esibirsi nel suo personale spettacolo – o addirittura rischiare che nessuno si alzi a cantare – potrebbe risultare veramente CATASTROFICO, un momento di confusione nel quale, in pochi minuti, anche l’invitato più propenso al ballo potrebbe annoiarsi e abbandonare la festa.

Il karaoke, inoltre, va fatto con il supporto di un cantante professionista che possa coprire eventuali stonature o correggere in diretta errori di attacco.

Se proprio vi piace l’idea di far cantare qualcosa ai vostri amici, fateli cantare sopra la canzone originale, cosicché anche se si dimenticassero le parole o sbagliassero qualcosa la voce originale potrebbe coprire l’eventuale errore.

 

 

ERRORE 4: Il momento giusto per chiudere

Quando non ci sono limiti di orario di chiusura imposti dalla location, una delle peggiori scene alle quali si possa assistere è quella dei tre amici ubriachi fradici che ballano fino alle 5 del mattino, con gli sposi esausti, seduti e il dj letteralmente sfinito.

Si, sono d’accordo che più gli invitati balleranno e più si divertiranno, ma non penso che quest’ultima immagine sia il ricordo finale che vorreste avere della vostra festa!

Come fare, invece, per lasciare ai vostri amici un ricordo bellissimo della festa serale?
Semplice! Chiudere con i saluti e i ringraziamenti, annunciando l’ultima canzone proprio un momento prima che capiti la scena sopra descritta, cioè quando ci saranno ancora invitati a ballare ma si avrà la percezione che la festa starà per finire.

A meno che… a ballare in pista fino alle 5 di mattina ci siano gli sposi! Allora, in questo caso la chiusura è severamente vietata!

 

ERRORE 5 : Lasciare fare il vocalist all’amico di turno

Quante volte mi è capitato di sentire “abbiamo il nostro amico bravo ad animare al microfono”. Nulla di più azzeccato e simpatico se il vostro amico conosce tutti gli invitati e sa davvero come coinvolgerli nella festa.

Ma il più delle volte capita che gli amici “vocalist improvvisati” (dopo qualche bicchiere in più per sciogliersi) si facciano prendere letteralmente la mano risultando invadenti e inappropriati, e finiscano per rovinare un momento così importante.

Come spiego in questo articolo (qui) ingaggiare un animatore professionista al microfono potrebbe essere la soluzione ideale anche per contenere l’amico troppo esuberante!

 

 

ERRORE 6 : Allestire la pista da ballo nell’erba

Lo so che è impossibile resistere alla tentazione: la location che avete scelto per il vostro matrimonio è dotata di un grande parco con un meraviglioso tappeto d’erba verde, il periodo scelto per il vostre nozze è quello più caldo dell’anno… ovviamente viene quasi naturale allestire la zona del ballo nell’erba!

Tutto ok sei vostri invitati sono abitualmente provvisti di scarpe da ginnastica o non si fanno problemi a ballare scalzi.

Ma sono tutti disposti a farlo?

Se il vostro obiettivo è quello di far scatenare nelle danze invitati di tutte le età, come potete pensare che possano entrare in pista tutte quelle signore e ragazze che vengono al matrimonio con i tacchi alti, le scarpe nuove appena acquistate, rischiando di rovinarle infradiciandole o addirittura correndo il rischio di sprofondare nella terra, rompere il tacco e, nelle peggiori delle ipotesi, di fare una figuraccia o farsi male?

La soluzione verrebbe spontanea: facciamo portare le scarpe da ginnastica a tutti gli invitati ed il gioco è fatto!

Ma pensate che i genitori, gli zii o i parenti più attempati si portino il cambio di scarpe per ballare al vostro matrimonio?!

O che l’amico o soprattutto l’amica che ha aspettato mesi per sfoggiare il suo vestito nuovo e farsi notare da tutti si tolga le scarpe e vada a ballare scalza bagnandosi e sporcandosi piedi e abito?

Il risultato è SCONTATO: anche se ci sarà della bellissima musica poca gente avrà il coraggio di lanciarsi in pista ed il rischio che potete correre è quello che la festa non parta proprio.

Parliamoci chiaro: non tutti sono così…alcuni amici potrebbero non farsi assolutamente problemi a lanciarsi in pista scalzi oppure a rovinarsi le scarpe pur di divertirsi fino all’ultimo disco, ma quanti saranno? 10 o al massimo 15?

Allora…come fare?

Durante il sopralluogo alla location accertatevi sempre che la zona del ballo sia allestita in un’area dove la superficie sia abbastanza dura da non far sprofondare i tacchi, magari sempre all’aperto ma in una barchessa o porticato o in un’area sì all’esterno, ma dove non ci sia terra o erba.

Anche se esteticamente parlando non è la scelta migliore, se proprio non avete alternative potete allestire una pedana di qualche centimetro montata sopra l’erba, ma badate che sia un manufatto elegante e che non dia agli ospiti la sensazione di stare in una balera o in una sagra paesana. Non sarebbe l’ideale per un matrimonio!

 

 

ERRORE 7:  Allestire il photo booth lontano dalla zona del ballo

Il Photo booth è un piccolo intrattenimento per gli ospiti. Un angolo viene allestito con uno sfondo particolare cosicché gli invitati possano farsi delle foto originali e simpatiche, a volte con l’aiuto di cappellini colorati, cornici, occhiali e gadget vari. Foto da lasciare agli sposi o tenere come ricordo della festa.
E’ un’idea veramente simpatica.

Ma il più delle volte il photo booth viene allestito in un’area separata o molto distante dalla zona del party serale o addirittura in un’altra stanza della location, pensando che possa essere la soluzione migliore dividere chi vuole ballare da chi invece vuole divertirsi facendosi foto simpatiche.

IL RISULTATO?

Ci saranno compagnie di amici che si muoveranno in blocco per andare a divertirsi con le foto e lasceranno contemporaneamente la sala adibita al ballo, svuotando la pista e rischiando di far terminare la festa in poco tempo.

La SOLUZIONE?

Se ne avete la possibilità, scegliete l’area da dedicare al photo booth vicino alla zona ballo, in modo che i vostri invitati non si allontanino troppo dalla festa, resteranno uniti e non si noterà il “via vai” di persone da un posto all’altro.

Oppure programmate il momento photobooth orari che non coincidano con quelli del party serale, magari come intermezzo tra una portata e l’altra, prima del taglio della torta o in qualsiasi momento di pausa del matrimonio.

 

 

ERRORE 8 : Allestire l’impianto in una zona esterna con il tempo incerto.

Starete certamente pensando: “E’ da incoscienti – se sta per piovere – montare l’impianto audio-luci per la festa serale in una zona esterna…Solo uno sprovveduto potrebbe farlo”.

Sono perfettamente d’accordo con voi!

A volte capita, però, che il dj, spinto anche dal catering, dal metre o wedding planner di turno, pur di accontentare gli sposi che sognavano assolutamente di ballare sotto le stelle, nella loro location preferita e nel loro giorno più bello, si prenda il rischio di allestire tutto all’esterno, un una zona non coperta, anche con tempo incerto. Rischiando moltissimo.

Immaginate se, mentre vi state scatenando a ballare il vostro pezzo preferito, il dj debba spegnere la musica perché qualche goccia sta cadendo sugli invitati e sull’impianto…

Sarebbe un disastro, non trovate?

Cosa può accadere a quel punto?

Nelle migliori delle ipotesi, avendo un altro impianto a disposizione montato in una zona interna della location, il solo fatto di spostare gli invitati da un parte all’altra, ve ne farà perdere una buona parte (che coglierà l’occasione per salutarvi ed andarsene).

Considerate inoltre che per spostare da una zona all’altra della location 80/100 persone ci vogliono come minimo 20/30 minuti. Già questo è improponibile.

E se non dovesse esserci a disposizione neppure il doppio impianto – nella peggiore delle ipotesi – i tempi si potrebbero allungare moltissimo.

L’impianto finito sotto la pioggia dovrà essere smontato, asciugato e rimontato in un’altra zona.

Il tempo dipende ovviamente anche dal tipo di strumentazione utilizzata e dalla quantità di strumenti, ma il risultato sarà il medesimo: anche un’ora senza musica e ovviamente…FESTA FINITA.

Quindi anche con la minima possibilità che possa piovere, vi suggerisco di far montare sempre l’impiantistica in una sala interna, in una terrazza, barchessa o porticato ASSOLUTAMENTE COPERTO in modo da preservare la festa anche solamente da qualche goccia d’acqua o umidità.

Che ne pensate? Meglio un festa strepitosa all’interno o una festa rovinata all’esterno?

Buona continuazione nel nostro blog!

2018-10-16T12:07:45+00:00By |Guide pratiche|
>